News

No alla sanzione ex D. Lgs. 231/2001 allorché vi sia identità di interessi tra la persona fisica e la persona giuridica?

E’ stato pubblicato sulla rivista sistema – società del Gruppo Sole 24 ore un contributo del nostro Studio Legale  in relazione  alla decisione del GIP del Tribunale di Milano n. 971/2020 del 16 luglio 2020: “….è esclusa la responsabilità ex D. Lgs. 231/2001 allorché non si possa scorgere un centro autonomo di imputazione di rapporti giuridici nella società che possa distinguersi dagli interessi della persona fisica che rappresenta l’ente”.

Secondo il Tribunale milanese sussiste la ratio di fondo della normativa sulla responsabilità delle persone giuridiche unicamente nell’ipotesi di fatti penalmente rilevanti commessi da persone fisiche nell’interesse di strutture organizzative di un certo rilievo di complessità quale centro di imputazione di rapporti giuridici distinto da chi ha materialmente operato.

Ne consegue che si aprono scenari sulla linea difensiva anche delle società allorchè vengano attinte dalla contestazione ex D. Lgs. 231/2001 con possibilità di esclusione di responsabilità.

Paolo Ghiselli

Difensore cassazionista del Foro di Rimini, che si è specializzato nella difesa tecnica di procedimenti per reati societari, anche attraverso l’esperienza maturata nella redazione delle note a sentenza per le riviste specialistiche del Sole 24 Ore.
Utilizziamo i cookies per garantirti la migliore esperienza. Puoi scoprire maggiori informazioni oppure gestirne i consensi nelle impostazioni privacy.
AccettoImpostazioni Privacy

GDPR

  • Statistiche

Statistiche

Cookie di analisi